03 marzo 2018

Di che cosa si parla quando si dice "adolescente"?

I ricercatori fanno fatica a stabilire l'inizio e la fine del periodo che separa l'infanzia dall'età adulta perché si tratta di limiti influenzati da fattori sia fisici sia sociali. Senza una buona definizione di adolescenza, però, è difficile stabilire quali tutele e quali responsabilità debbano avere gli adolescenti.  Ma una cosa è certa: i dati epidemiologici dimostrano che l'età della puberta si sta abbassando in molti paesi del mondodi Heidi Ledford/Nature

Nei giorni in cui Roy Laver fu convocato per essere misurato, sapeva di doversi aspettare due cose. "Avrete freddo", gli dissero. "E sarete nudi come vermi e un sacco di persone adulte che vi guarderanno".

A intervalli di alcuni pochi mesi, dal 1949 al 1971, decine di giovani, incluso Laver, vennero portati in un'ala appositamente allestita (ma scarsamente riscaldata) della filiale di Harpenden della National Children's Home, vicino a Londra. Era un istituto di beneficenza, un orfanotrofio, che accoglieva bambini disagiati. Laver, che ora ha 80 anni, si sottopose a test periodici nell'ambito di uno studio innovativo per definire l'adolescenza.

Ogni batteria di test richiedeva circa tre ore. C'erano pinze per valutare il grasso corporeo, fotografie e raggi X per registrare la crescita, e un esame fisico e dentale. I ragazzi e le ragazze erano felici di perdere un pomeriggio di scuola, dice Laver, ma finirono per temere il pizzico delle pinze sui loro corpi scheletrici. "Se non avevi un sacco di grasso, faceva molto male", dice. "E ci volevano sei o sette tentativi per trovarne un po’”.

I dati di questo studio sono  utilizzati ancora oggi per definire il progresso di un bambino attraverso la crescita e la pubertà verso la maturità sessuale – un viaggio che il coordinatore dello studio, il pediatra James Tanner, usò per stabilire un inizio e una fine dell'adolescenza rigorosi, basati su dati fisici.

Ma oggi pochi ricercatori condividono la stessa certezza. L'adolescenza è compresa tra due transizioni – la fine dell'infanzia e l'inizio dell'età adulta – che hanno confini labili. I dati epidemiologici suggeriscono una tendenza verso un anticipo della pubertà in alcuni paesi, compresi gli Stati Uniti e la Cina. All'altro estremo dello spettro, i cambiamenti sociali e una 4902N 48 Sole Blu Blanc MB608S Donna da Blau Occhiali Mont
crescente consapevolezza della cronologia dello sviluppo cerebrale stanno spostando la soglia accettata per l'età adulta nel terzo decennio di vita.

Xinhua/Avalon.red / AGF
Scienziati, clinici e politici si trovano ora a discutere su queste mutevoli linee di demarcazione e a chiedersi ancora una volta: quando finisce l'infanzia? Quando inizia l'età adulta? E che cosa succede esattamente nel mezzo? Senza una buona definizione di adolescenza, è difficile stabilire quali tutele e quali responsabilità debbano avere gli adolescenti.
Sunglasses Classic Round Ban Green jo Ray Ladies Ja RB3592 9035C7 50 f0OFxIq
Il dibattito sta diventando più urgente da quando i ricercatori hanno capito che l'adolescenza aiuta a impostare il percorso della vita adulta, e legislatori e medici cercano di fissare i limiti entro i quali una persona è in grado di prendere decisioni adulte. "La chiarezza sul concetto di adolescenza non è solo una pignoleria semantica", afferma Jay Giedd, neuroscienziato dell'Università della California a San Diego. "Ha profonde implicazioni per il sistema sanitario, per quello educativo e per quello giudiziario".

La mancanza di una definizione chiara potrebbe anche soffocare i finanziamenti alle ricerche sull'adolescenza, che tendono a essere trascurate rispetto a quelle sulla prima infanzia. "Una delle ragioni per cui l'adolescenza ha sofferto in termini di sostegno finanziario e in genere è finita in basso tra le priorità è perché la sua definizione è piuttosto difficile", dice Anne-Lise Goddings, neuroscienziata dello sviluppo dello University College di Londra. "È difficile dare soldi a qualcosa quando non sai dire che cos'è".

Punti di svolta
Generazioni di ricercatori hanno dipinto l'adolescenza come un intervallo di continui pericoli lungo la strada verso l'età adulta. Nel 1904, lo psicologo statunitense G. Stanley Hall scrisse un'influente opera in due volumi sull'adolescenza, che, secondo le sue conclusioni, era da situare tra i 14 e i 24 anni. Hall, che concentrò la sua analisi in gran parte su ragazzi bianchi, promosse l'idea dell'adolescenza come di un periodo di sconvolgimenti. E accusò i mass media – in particolare i giornaletti di racconti horror a buon mercato e le attività "immorali" come bere e ballare - di portare i giovani sulla cattiva strada.

Quella narrazione terrorizzante è ancora molto diffusa, afferma Nancy Lesko, sociologa dell'educazione alla Columbia University di New York. Lesko teme che la percezione diffusa degli adolescenti come individui irrazionali predisposti al rischio possa fuorviare tutti, dai politici ai ricercatori. "La mia ipotesi è che ci stiamo perdendo molti dei cambiamenti che avvengono nell'adolescenza perché gli adulti, inclusi i ricercatori, sono ancora aggrappati a queste narrative dominanti", dice.

G. Stanley Hall (1846-1924), uno dei padri fondatori della psicologia statunitense (Wikimedia Commons)
Mezzo secolo dopo Hall, Tanner si imbarcò nello studio di Harpenden sulla crescita. Iniziò come progetto per verificare gli effetti sullo sviluppo infantile di una migliore alimentazione nel periodo postbellico, ma sarebbe diventato la più influente descrizione quantitativa dell'adolescenza. Il gruppo di Tanner descrisse meticolosamente i cambiamenti di altezza, peso, grasso corporeo, dimensioni del seno e dei testicoli, spessore dei peli pubici e una miriade di altre caratteristiche fisiologiche.

Occhi Argento Amazon sole di it Occhiali gatto da e Occhiali IBBq5 Tanner suddivise i suoi dati secondo una sequenza che è stata semplificata con la definizione di "fasi di Tanner". La fase I descrive il corpo prima dell'inizio della pubertà. Nello studio di Tanner, avveniva a circa 11 anni, in media, nelle ragazze, e nei ragazzi sei mesi dopo. Durante le fasi II, III e IV, il seno e i testicoli aumentano di dimensioni. Il menarca, la prima mestruazione di una donna, era un evento relativamente tardivo e in genere si verificava allo stadio IV. Lo stadio V segna il completamento della pubertà: per gli adolescenti in orfanotrofio, questo avveniva all'incirca a 15 anni. Il valore dello studio fu di definire la progressione degli eventi associati all'adolescenza. Lo stesso Tanner notò che l'età in cui si presentavano variava troppo per essere di largo impiego.

Quanto siano rilevanti i dati di Tanner per i bambini di oggi è una questione aperta, afferma Celia Roberts, sociologa della Lancaster University. Alcuni dei partecipanti erano arrivati in orfanotrofio dopo aver sopportato anni di abbandono.

Durante il periodo che Laver passò nell'istituto, il cibo nutriente scarseggiava: la maggior parte dei pasti si basava soprattutto sulle patate, mentre la carne, sotto forma di carne in scatola, veniva servita due volte a settimana. Laver arrivò a raschiare le pentole per ricavare qualche boccone in più, guadagnandosi il soprannome di "grassone", anche se sottolinea che sarebbe stato considerato magro secondo gli standard attuali.

Nonostante i suoi difetti, il catalogo della pubertà di Tanner ha messo radici. Sono state proposte altre scale, alcune basate su definizioni diverse di maturità, altre basate su livelli ormonali o cambiamenti della voce. Ma nessuna ha resistito come quella di Tanner, dice Frank Biro, pediatra specializzato in medicina dell'adolescenza del Cincinnati Children's Hospital, in Ohio. Anche se le curve di crescita sono un po' spostate, le tappe forniscono un utile punto di riferimento, dice. Biro tiene una copia firmata di uno dei libri di Tanner sullo scaffala e ne utilizza ancora la scala nelle sue ricerche. (Si veda l'infografica di "Nature" Sliding scales)

Negli adolescenti di oggi, le fasi di Tanner potrebbero cambiare perché l'inizio della pubertà, la fase II, inizia più precocemente in molte popolazioni. Tanner aveva già visto segni di questo fenomeno nei suoi studi. Anche se in orfanotrofio il cibo scarseggiava, gli ospiti erano meglio nutriti di tanti bambini vissuti un secolo prima. Pensò che questo miglioramento dell'alimentazione avrebbe potuto spiegare una riduzione dell'età media del menarca a partire dalla metà del XIX secolo.

Questa tendenza a un anticipo della pubertà è continuata, ed è più marcata nelle ragazze. Uno studio su bambini danesi ha rilevato che l'età d'inizio dello sviluppo del seno è diminuita di un anno intero tra il 1991 e il 2006, arrivando a poco meno di 10 anni. Anche in Cina, l'età in cui una ragazza ha il suo primo ciclo è diminuita di un anno tra il 1985 e il 2010. Gli studi di Biro hanno mostrato differenze tra i gruppi etnici: dalla fine degli anni novanta, l'età in cui inizia lo sviluppo del seno negli Stati Uniti è calata più tra le ragazze bianche che tra le ragazze afroamericane, che già sviluppavano il seno in giovane età.

Le prove suggeriscono con forza che in molte parti del mondo questo cambiamento è almeno in parte dovuto all'aumento dei bambini sovrappeso e obesi, dice Biro.

Roy Morsch/AGF
Vari meccanismi potrebbero collegare l'obesità al momento dell'insorgenza della pubertà. Uno è che il grasso corporeo in eccesso aumenta la produzione di estrogeni, che a loro volta stimolano la crescita e lo sviluppo del seno associati alla pubertà. (Per i ragazzi, le tendenze sono più complesse: uno studio su ragazzi statunitensi ha scoperto che i maschi bianchi e afroamericani sovrappeso entrano nella pubertà prima di quelli sottopeso, ma i ragazzi obesi tendono ad entrare nella pubertà un po' più tardi.)

6298P Swarovski SK0079 beige amazon Stileo it 4xv5qw8 I ricercatori stanno cercando di capire quale impatto abbia avuto questo più precoce ingresso nella pubertà sulla normale progressione dell'adolescenza. "Ci sono alcune di queste ragazze che all'età di sette e otto anni anni sono chiaramente in pubertà", dice Biro. "Ma si possono definire adolescenti?"

Per alcuni aspetti sì. Gli studi hanno documentato che le ragazze che maturano precocemente mostrano comportamenti a rischio tipicamente associati all'adolescenza. E in uno studio su oltre 700 scansioni di risonanza magnetica di 275 persone, Goddings e i suoi colleghi hanno rilevato alcuni cambiamenti nel cervello correlati alla fase di Tanner dei soggetti. Per esempio, la crescita dell'amigdala, una regione del cervello coinvolta nell'elaborazione delle emozioni, è stata influenzata dall'età cronologica e dall'inizio della pubertà.

Goddings suggerisce cautela nell'interpretazione dei risultati: non sa ancora se i modelli di crescita provocano cambiamenti comportamentali comuni all'adolescenza o se sono una risposta a tali cambiamenti. Una bambina di nove anni, per esempio, il cui seno ha iniziato a svilupparsi, potrebbe essere trattata in modo diverso dalle persone intorno a lei. Questo spostamento potrebbe indurla a comportarsi diversamente da una coetanea ancora prepubere, con corrispondenti cambiamenti nell'attivazione del cervello. "Se in un bambino di nove anni comincia la pubertà probabilmente cambia qualcosa nel cervello", dice Goddings. "Ma per molti versi è ancora un bambino di nove anni."

Sulla soglia
La definizione della fine dell'adolescenza – l'emergere nell'età adulta – è ancora più nebulosa. Anche se Tanner l'ha equiparata alla fine della pubertà, molti oggi usano una definizione diversa di adolescenza, che si estende ben oltre quel limite. Ciò potrebbe avere implicazioni in molti campi, dal determinare quando un criminale può essere processato come un adulto a quando un giovane diventa abbastanza responsabile da prendere le proprie decisioni in tema di cure mediche.
Frogskins C6 it Oakley OO9013 Conocchialidasole vq4nTwdx
Cultura/AGF
Non esistono misure fisiche che possano cogliere l'inizio dell'età adulta, affermano i ricercatori. Spesso si stabilisce la fine dell'adolescenza sulla base dei ruoli sociali. "Non abbiamo una definizione fisica equivalente della fine dell'adolescenza", afferma John Coleman, psicologo dell'Università di Oxford, nel Regno Unito. "Manca una definizione chiara che comprenda fattori di sviluppo sociale e fisico".

Questi ruoli sociali variano ampiamente secondo le culture e le epoche, lasciando la definizione aperta a una gamma di diverse interpretazioni. Tanner collegò la fine della pubertà all'inizio dell'adolescenza, che coincise con le forze sociali della Gran Bretagna del dopoguerra: Laver, per esempio, lasciò l'orfanotrofio a 16 anni per lavorare come commesso in una stazione di polizia mentre viveva con dei parenti.

Ma in molte società di oggi, i segni convenzionali dell'età adulta stanno scivolando verso fasi successive della vita. I giovani trascorrono più anni a scuola, vivono con i genitori più a lungo e ritardano il matrimonio e la genitorialità.

Yuri Arcurs/AGF
Il matrimonio, in particolare, è stato storicamente un indicatore chiave per l'età adulta in molte culture, afferma l'antropologa Alice Schlegel dell'Università dell'Arizona a Tucson. A livello globale, l'età media delle donne al primo matrimonio è aumentata di due anni negli ultimi due decenni, secondo le Nazioni Unite. In alcuni paesi, l'aumento è più spettacolare: in Brasile l'età media è aumentata di sei anni fino ad arrivare a 27 anni, e in vari paesi europei è di oltre 30 anni (si veda l'infografica di "Nature").
DA OCCHIALI 107557 PERSOL ver1 52 2445S SOLE POLARIZED 8qTwB
E mentre Tanner poteva solo speculare sui cambiamenti nel cervello dei suoi giovani soggetti, gli studi dei neuroscienziati di oggi hanno rafforzato l'idea che l'adolescenza non si fermi agli anni della seconda decade. La corteccia prefrontale, considerata la sede del funzionamento esecutivo e della capacità di pianificare in anticipo le azioni e di resistere agli impulsi, in genere non arriva a essere completamente funzionale fino ai vent'anni, o anche più tardi. "Il cervello non diventa improvvisamente adulto a 18 anni", afferma Sarah-Jayne Blakemore, neuroscienziata dello University College di Londra.

Ma se non allora, quando? Il vortice di definizioni negli articoli di ricerca, nelle politiche sociali e leggi in tutto il mondo rivela una vasta gamma di opinioni sulla fine dell'adolescenza (si veda l'infografica di "Nature").

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha stabilito i suoi limiti all'età di 10 e 19 anni, ma Susan Sawyer, che si occupa di salute degli adolescenti all'Università di Melbourne in Australia, e i suoi colleghi hanno affermato che questo limite superiore dovrebbe essere portato a 24.

Nel 2017, la Nuova Zelanda ha rivisto le sue norme sulla tutela dei bambini: invece di abbandonarli all'età di 18 anni, il governo continua a fornire supporto fino a vent'anni. Il cambiamento è arrivato in risposta alle notizie secondo cui gli adolescenti non stavano affrontando bene l'indipendenza in giovane età.

Per quanto possa essere utile avere un termine biologico fisso per l'adolescenza, è improbabile che i neuroscienziati ne definiscano uno, dice Blakemore. In definitiva, il termine dell'adolescenza è una costruzione sociale, afferma, con grandi differenze tra le diverse culture. E c'è così tanta variabilità da persona a persona nella funzione e nella struttura del cervello che potrebbe non essere possibile definire un termine biologico adatto. "Non esiste un adolescente medio", dice Blakemore.

Questo può confondere la ricerca rendendo difficile confrontare e interpretare i risultati degli studi. E complica le politiche sociali producendo un mosaico di linee guida incoerenti tra loro. Ma Beatriz Luna, che studia lo sviluppo neurocognitivo presso l'Università di Pittsburgh, in Pennsylvania, vede le diverse definizioni come un promemoria dei cambiamenti complessi e graduali che si verificano nel cervello via via che si specializza per le modalità d'azione degli adulti, un processo che continua nell'età adulta. "Non credo che il cervello abbia un brusco cambiamento che determina la fine dell'adolescenza", spiega.
Blau 4902N Blu Donna da MB608S Mont Occhiali Blanc Sole 48
Negli anni cinquanta, alla National Children's Home non si discuteva sull'inizio dell'età adulta, afferma Laver. A 16 anni, Laver semplicemente ne uscì per lavorare, per poi frequentare un istituto tecnico, prima di intraprendere la carriera nella Royal Air Force.

Molti medici non conoscono la storia completa della scala di Tanner, afferma Roberts, che ha trattato in alcuni scritti quello studio sullo sviluppo. "Quando i medici mi hanno sentito parlare, sono rimasti piuttosto scioccati", dice. "Non faremmo più una cosa del genere a dei bambini".

Ma Laver ripensa ai suoi giorni a Harpenden con affetto e rispetto per gli sforzi fatti da quell'istituto. Gli standard dell'assistenza all'infanzia erano diversi a quell'epoca, dice. E la partecipazione allo studio era più o meno volontaria. "Ci è stato detto di alzare la mano se avessimo voluto saltare mezza giornata di scuola", spiega Laver. "E io la alzai".

(L'originale di questo articolo è stato pubblicato su "Nature" il 21 febbraio 2018. Traduzione ed editing a cura di Le Scienze. Riproduzione autorizzata, tutti i diritti riservati.)